Aggiornamenti in tema di certificazione Gente di Mare

A seguito di quesiti posti recentemente sulla categoria Gente di Mare, anche per la pubblicazione di un bando (effettua il download cliccando qui  bando partecipazione) e delle interlocuzioni avute con il Comando Generale delle Capitanerie di Porto, si rende necessario comunicare quanto segue.

Effettua il download per scaricare la tabella riepilogativa, cliccando qui: Tabella Visite e figure professionali

Il personale marittimo, iscritto alla Gente di Mare, è sottoposto alle seguenti visite di idoneità:

  1. Visita medico legale per immatricolazione, finalizzata all’immatricolazione nelle liste dei marittimi.
  2. Vista medico legale per revisione dell’immatricolazione.
  3. Visita medica preventiva all’imbarco
  4. Visita medica periodica, finalizzata alla conferma dell’idoneità all’imbarco
  5. Visita medico legale, finalizzata al controllo dell’idoneità all’imbarco dopo assenza per motivi di salute;
  6. Visita medica preventiva, finalizzata all’idoneità alla mansione specifica
  7. Visita medica periodica, finalizzata al rinnovo dell’idoneità della mansione specifica

Visita medico legale per immatricolazione

È prevista dall’art. 1 del R.D. n.1773 del 14 dicembre 1933; l’art. 2 prevede quale siano le figure professionali previste al rilascio dell’idoneità, ossia il medico di porto di ruolo o in caso di mancanza o impedimento da un medico militare di grado non inferiore a capitano. Avverso il giudizio, l’interessato può ricorrere alla commissione di cui all’art. 4, costituita dal medico di porto di ruolo, presidente, medico designato da cassa per gli invalidi della marina mercantile e da un medico designato dall’istituto per l’assicurazione degli infortuni e delle malattie della gente di mare. Secondo quanto disposto dall’art. 5, entro 60 giorni, l’interessato può addurre ricorso alla Commissione Centrale di II grado, costituita da:
– dal direttore generale della marina mercantile o da un suo delegato, presidente;
– da un ufficiale generale medico della regia marina;
– da un funzionario medico di grado non inferiore al sesto appartenente alla direzione generale della sanità pubblica;
– da un medico designato dalla cassa per gli invalidi della marina mercantile;
– da un medico designato dal competente istituto per l’assicurazione degli infortuni e delle malattie della gente di mare;
– da un medico designato dalla confederazione nazionale fascista della navigazione marittima e delle comunicazioni aeree;

La visita di immatricolazione può essere effettuata per rilascio o reinscrizione e non vi è la necessità di rinnovo. Il Ministero degli Interni può disporre la revisione, in questo caso l’organo sanitario competente è la Commissione Medica di I grado (art. 4 R.D. 1773/1933).

La figura del medico di porto è stata sostituita con medico USMAF con D.P.R. 31 luglio 1980, n. 620, cui sono state attribuite le funzioni inerenti le visite preventive e periodiche di imbarco, oltre che quelle legate all’immatricolazione.

Per quanto la sorveglianza sanitaria ed i giudizi di idoneità alla mansione specifica, la disciplina di riferimento è il D.Lgs. 271/1999 (invece che il TU 81/2008).

Per elenco medici USMAF:

https://www.salute.gov.it/portale/usmafsasn/elencoUsmafSasn.jsp?lingua=italiano&area=usmaf-sasn&menu=vuoto

I medici fiduciari del Ministero della Salute possono invece effettuare le visite periodiche di imbarco e le visite a rientro da periodi di malattia.

Per elenco medici fiduciari:

https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_4658_0_file.pdf

 

Per i requisiti sanitari si rimanda a quanto già scritto sul sito:

https://www.simce.it/elenco-delle-infermita-ed-imperfezioni-fisiche-che-sono-causa-di-inidoneita-per-linscrizione-nelle-matricole-della-gente-di-mare-di-prima-categoria/

 

Protocollo sanitario

Il Ministero della Salute ha elaborato un protocollo sanitario da richiedersi nei casi di visita per immatricolazione; il Comitato Scientifico della SIMCE, verrà interessato per la stesura di un protocollo da proporre ai Soci. La certificazione prevede marca da bollo da euro 16,00.

 

Accertamenti da richiedersi per immatricolazione (Protocollo Ministero Salute):

  • Esami ematochimici*
    • Gruppo sanguigno, fattore Rh
    • Emocromo completo con formula
    • Glicemia
    • Azotemia
    • Creatininemia
    • ALT, AST, GGT
    • Esame urine completo
    • Intradermoreazione di Mantoux/Tine test oppure test Quantiferon
  • Esami strumentali*
    • Elettrocardiogramma

 

* Può comunque essere richiesta una integrazione di tali esami qualora il medico all’atto della visita lo dovesse ritenere opportuno
N.B.: Le certificazioni sanitarie rilasciate da una pubblica amministrazione hanno una validità di tre mesi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi